La pratica

Cosa è lo yoga?

AllieviQuesta è la domanda che mi sento fare più spesso , e la mia risposta è sempre: “lo yoga è qualcosa che non si spiega ma che si deve provare sul proprio corpo. E’ una sensazione, sono due occhi che brillano più di prima, è un formicolio mai sentito, è una notte dal sonno profondo, una calma mai sentita, una sudata mai fatta prima”.

Sudare, infatti. Non pensate di venire a fare yoga e di stare seduti nella posizione del loto a fissare un muro bianco! Non so quale film abbiate visto, ma non è proprio questo il caso: preparatevi a sudare, a lavorare con il vostro corpo, a usare i vostri muscoletti come mai avete fatto prima (nemmeno in palestra). Parola mia, che sono stata, prima di essere un’insegnante di yoga, un’istruttrice di aerobica e step per quasi un decennio!

AllieviUsiamo la nostra mente già fin troppo, nelle lezioni di Lila yoga usiamo soprattutto il corpo. Con risultati eccellenti dal punto di vista del benessere, della postura, del miglioramento di alcuni problemini (insonnia, mal di schiena,…) e del fisico (guarda la sezione BUONI MOTIVI PER FARE YOGA).

Per questo, invito tutti a non chiedere COSA È LO YOGA? Ma a venire a provare, a sperimentarlo almeno una volta nella vita, senza impegno. Armatevi di vestiti comodi, di tappetino, di copertina di pile e venite con la mente aperta. Il resto lo farà lo yoga (per la lezione di prova GRATUITA vai alla sezione PRENOTA LA TUA LEZIONE DI PROVA).

Sfatiamo subito alcuni miti:

  1. Lo yoga non è… solo per chi è agile: lo yoga non è solo per l’omino di gomma che si contorce, anzi è proprio per tutti! Proprio perché rispetta i limiti di ognuno, è adatto per ogni persona, con l’invito a non strafare e a ricordarci che lo yoga non è una gara, nemmeno con noi stessi;
  2. Lo yoga non è… riservato solo a chi è sano e magro: in India si curano molte malattie con lo yoga. E’ usato per pazienti schizofrenici,  bambini affetti da autismo, malati di cancro, persone obese, ottantenni, novantenni…(guarda il capitolo BUONI MOTIVI PER FARE YOGA)
  3. Lo yoga non è… una religione: la dimostrazione l’ho avuta all’ashram, dove ho avuto l’onore di praticare insieme a persone provenienti da tutto il mondo E DI OGNI RELIGIONE, ragazze musulmane velate del Pakistan, russi, indiani sikh e non, tedeschi, francesi, africani, cattolici, protestanti, ebrei ,… E’possibile accostarsi alla pratica prendendo solo ciò che si vuole e ignorando il resto. E se recitare la sillaba OM vi sembra troppo strano o vi disturba, pregate quel che vi pare, per la pace nel mondo o per niente del tutto!

Lo yoga è una medicina, qualcosa che può cambiarvi la vita, che può davvero aiutarvi a stare meglio ma dovete essere disposti ad esso, ed avere pazienza.  Lo yoga è una medicina lenta. Non potete guarire dalla sera alla mattina, ma sappiate che questa disciplina diventa più efficace nel tempo. E’ come suonare uno strumento: più si pratica, meglio si suona.

E’ roba davvero vecchia, anzi vecchissima! Nasce in India quasi 5000 anni fa, da persone davvero avanti con il pensiero, i cosiddetti RISHI, i saggi che vivevano sulle alte cime nevose, in alto dove l’aria è particolarmente fine, e quindi avevano la mente lucida e illuminata. Lo yoga non è una religione, non è induismo, non è una setta, e per praticarlo non è necessaria l’adesione ad una particolare religione e nemmeno è necessario che siate stati in India o vi interessino le filosofie orientali.

Il termine YOGA deriva dal sanscrito e significa “attaccare” (riferito al tiro degli animali da soma) oppure “unione” (sempre riferito ai buoi attaccati al giogo). Estrapolandone il significato, possiamo dire che yoga è una filosofia che si basa sul concetto dell’unione del corpo, della mente e dell’anima.

ganeshLo yoga non comprende solo la parte di esercizio fisico che conoscono tutti, con le diverse posizioni, nota come Hatha yoga, ma si propaga in diversi rami, anche molto diversi tra loro:

  • BHAKTI YOGA: canto dei mantra, yoga della devozione.
  • JNANA YOGA: yoga della conoscenza, studio di testi del Vedanta;
  • KARMA YOGA: yoga dell’azione, dove si impara a svolgere compiti e doveri senza farsi coinvolgere dall’azione stessa e dai risultati;
  • LAYA YOGA: la pratica del corpo universale (studio dei chakra);
  • RAJA YOGA: meditazione su oggetti, per calmare la mente e stabilizzarla;
  • TANTRA YOGA: tecniche incentrate sulla sfera sessuale, intesa come manifestazione dell’energia divina.
  • HATHA YOGA: lo yoga del corpo, esercizi antistress per rendere corpo e mente flessibili.

Le lezioni di LILA YOGA sono soprattutto basate sull’HATHA YOGA, quindi sulle posture del corpo, anche se potrà succedere, nel corso dell’anno, che si cantino dei mantra, accompagnati dalla chitarra (Bhakti), oppure che si fissi con lo sguardo la fiamma di una candela per calmare la mente (Raja), oppure che si mediti in silenzio sul silenzio interiore.